International Humanitarian Law Legal Clinic 

La Clinica legale di International Humanitarian Law è attiva dal 2016 e svolge attività di supporto pro bono a rilevanti istituzioni internazionali e nazionali operanti nell’ambito del diritto internazionale umanitario, al fine di permettere agli studenti di confrontarsi con le sfide giuridiche e umanitarie poste dai conflitti armati o altre situazioni di crisi, come i disastri naturali o antropici e facilitare la disseminazione dei valori propri di queste normative volte alla tutela delle vittime di questi eventi.

La Clinica legale collabora a numerosi progetti con istituzioni quali lo International Committee of the Red Cross (ICRC), la International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies- Disaster Law Programme (IFRC), il NATO Allied Command Operations Office of Legal Affairs at SHAPE, Amnesty International Italy e la Croce Rossa Italiana.

image 149730

La collaborazione può realizzarsi sia attraverso articolati ‘desk studies’, ovvero rapporti volti ad analizzare questioni giuridiche rilevanti per queste istituzioni relativamente a situazioni di conflitto armato o di disastri sia tramite progetti innovativi, che sfruttano le potenzialità digitali del web (database; mobile applications).

Ad esempio con lo International Committee of the Red Cross la clinica legale di Roma Tre ha sviluppato un innovativo database per il progetto Link identifier #identifier__112270-1International Humanitarian Law in Action (Link identifier #identifier__77496-2https://ihl-in-action.icrc.org)  volto a identificare e sistematizzare esempi concreti nei quali gli Stati o i gruppi armati organizzati hanno applicato correttamente il diritto internazionale umanitario in recenti conflitti armati. Queste schede, che contengono la ricognizione degli eventi e una disamina delle questioni giuridiche rilevanti, sono disponibili gratuitamente nella banca dati on-line gestita dallo ICRC e sono costantemente utilizzate in attività di disseminazione del diritto internazionale umanitario presso le Forze Armate o la società civile onde dimostrare l’effettiva rilevanza di queste norme anche nelle complesse situazioni belliche, da parte di attori statali e non-statali. Nel maggio 2018 il Direttore-Generale dell’ICRC (Yves Daccord) nel suo Link identifier #identifier__184648-3statement a New York dinanzi al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite inerente la protezione dei civili nei conflitti armati, ha espresso apprezzamento per questo progetto accademico e lo ha portato all’attenzione dei membri delle Nazioni Unite quale esempio di best practice e contributo alla diffusione del diritto internazionale umanitario.

Per la Croce Rossa Italiana la clinica legale ha curato la parte scientifica di due ‘Application’ per cellulari o tablet scaricabili gratuitamente, già scaricate da diverse migliaia di utenti (Link identifier #identifier__110996-4https://www.cri.it/principi-applicazioni-per-telefonia-mobile ) . Si tratta di:

  • ‘Quiz DIU’ (disponibile da ottobre 2017), una serie di 60 domande e risposte su questioni di diritto internazionale umanitario, articolate su diversi livelli di difficoltà, che permettono, in modo ‘friendly’ di testare le proprie conoscenze in questo settore. Questa APP si è dimostrata particolarmente utile quale completamento delle attività di formazione e disseminazione del diritto internazionale umanitario svolte dalla Croce Rossa Italiana presso le Forze Armate e la società civile (scuole, università, ecc.) dato il suo carattere intuitivo e il ricorso ad una modalità di apprendimento ‘moderna’. Disponibile per Android e Apple
  • ‘Codici di diritto internazionale umanitario’ (disponibili da novembre 2018). Questa APP raccoglie tutti i principali trattati di diritto internazionale umanitario, facilitandone la consultazione data la sua capacità di operare anche off-line o di analizzare singole disposizioni o l’intero testo. Una particolarità è la funzione multilingua, dato che i testi sono stati caricati in inglese, francese, italiano e spagnolo, così da permettere anche ad una audience straniera di beneficiare, gratuitamente, di questa utile APP.

Ogni anno partecipano alle attività della clinica legale circa 15 studenti. Finora sono stati coinvolti circa 45 studenti. La lingua di lavoro è l’inglese dato il carattere internazionale dei partner coinvolti e degli studenti partecipanti. Vari collaboratori facilitano le attività degli studenti.

Sito web Link identifier #identifier__167263-5http://uniroma3-public.gomp.it/Insegnamenti/Render.aspx?CUIN=xx1708259
Docente Giulio Bartolini
PAOLO NICOLAI 11 Aprile 2019