Presentazione libro: "Atlante delle strutture vulcaniche sottomarine Italiane" a Più libri Più liberi

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-85785
Presentazione libro:
Venerdì 6 Dicembre alle 10.30 verrà presentato il volume "Atlante delle strutture vulcaniche sottomarine Italiane" presso la postazione di Roma Tre Radio durante rassegna "Più libri più Liberi" che si svolgerà dal 4 all'8 dicembre alla Nuvola dell'Eur.

A presentare il volume Alessandra Pensa, coautrice.

Per ascoltare la diretta streaming: Link identifier #identifier__164195-1http://radio.uniroma3.it/


Sinossi del lavoro
Gran parte del vulcanismo post-orogenico in Italia è conservato nei domini sottomarini del Mar Tirreno e lungo il Canale di Sicilia. Negli ultimi 30 anni, sono stati condotti molti studi sulle strutture vulcaniche sottomarine presenti nei mari italiani. Nonostante la grande quantità di dati presenti, le informazioni rinvenute in letteratura sono spesso non omogenee nel format, di difficile localizzazione e georeferenziazione e, a volte, presentate su mappe disegnate a mano con scarsa definizione.  
L’Atlante delle strutture vulcaniche sottomarine Italiane è stato ideato e realizzato (nell’ambito del Progetto Europeo EMODnet Geology, www.emodnet-geology.eu , in collaborazione con il Servizio Geologico d'Italia) con lo scopo di identificare, omogenizzare e catalogare i dati dei vulcani sottomarini sulla base dell'integrazione di diversi set di dati, con il fine ultimo di rendere tutti i dati esistenti facilmente accessibili e fruibili ai ricercatori/utenti/pubblico. 
Questo lavoro ha permesso l’identificazione di 76 edifici vulcanici e la loro classificazione basata su morfologia, composizione chimica, età, stile eruttivo delle eruzioni più recenti, nonché la presenza di emissioni idrotermali attive, al fine di supportare la valutazione del rischio vulcanico.  
I dati relativi ad ogni seamount sono stati riassunti in schede identificative ed organizzate in 7 Settori di seamount vulcanici.  Ogni Settore è brevemente descritto relativamente alle sue caratteristiche    geografiche, geologiche   e composizionali.  
 È stato inoltre dedicato uno sforzo significativo per definire l'estensione di ciascun edificio vulcanico (finora molto poco definito) sulle mappe batimetriche disponibili più dettagliate; questo ha permesso un calcolo dei volumi eruttati e la produzione della “Mappa delle strutture vulcaniche sottomarine Italiane” che costituisce ad oggi la rappresentazione cartografica più aggiornata dell'ambiente vulcanico sottomarino d'Italia. 

Questo volume raccoglie i principali risultati del Progetto EMODnet Geology relativamente alle strutture vulcaniche sommerse presenti nei mari italiani, conseguiti nella pluriennale collaborazione con il Dipartimento di Scienze – Geologia dell'Università RomaTre nell'ambito della cartografia delle aree vulcaniche.
 

Link identifier #identifier__159153-2Articolo Marsili

Link identifier #identifier__64352-3Copertina