Dalla geometria dell'interazione ai computer quantistici

Link identifier #identifier__85072-1Link identifier #identifier__78148-2
I modelli della computazione hanno, agli inizi del ‘900, ispirato i principi
di funzionamento dei calcolatori digitali a partire dalle questioni poste
da David Hilbert e dalle risposte date sia sul versante teorico che su quello
pratico da John von Neumann e Alain Turing.
 
Negli anni recenti, motivati da questioni pratiche e fondazionali all’intersezione
tra informatica, matematica e fisica troviamo questioni irrisolte come la separabilità delle
classi di complessità in tempo Polinomiale e Non-Deterministica Polinomiale, l’effettività del calcolo parallelo e la realizzabilità delle macchine quantistiche teorizzate da R. Feynmann.
 
Mostreremo come ancora una volta la ricerca delle basi matematiche dell’informatica
nel tentativo di trovare risposte a problemi astratti, contribuisce e ispira la costruzione
di macchine concrete che ne realizzano alcuni principi.